Medicina Estetica

Radiofrequenza: costi, consigli e controindicazioni

Valentina
Scritto da Valentina
Radiofrequenza: il rimedio non invasivo per combattere l’acne e l’invecchiamento della pelle. Ecco come funziona, quali sono i costi e i centri estetici consigliati.

Radiofrequenza viso: ecco tutto quello che c’è da sapere sulla tecnica di medicina estetica indolore efficace per contrastare rughe e invecchiamento della pelle: costi, consigli e controindicazioni di uno dei migliori trattamenti per il ringiovanimento cutaneo.

Sempre più donne sono alla ricerca di trattamenti non invasivi ma che diano risultati visibili per contrastare l’inestetismo dell’invecchiamento cutaneo e della cellulite; per questo oggi vi voglio parlare della radiofrequenza mettendo in risalto i suoi benefici.

Possiamo definire la radiofrequenza come uno dei trattamenti estetici e medico estetici più conosciuti ed utilizzato per contrastare la perdita di tonicità della pelle. Ma non tutti sanno come funziona e quali sono i vantaggi; scopriamo insieme cos’è la radiofrequenza, a cosa serve e dove farla.

Radiofrequenza: cos’è?

La radiofrequenza è una metodica non invasiva che viene eseguita con dispositivi che emettono onde elettromagnetiche (a particolari frequenza radio) negli strati profondi della pelle. Grazie a queste onde radio si crea un calore endodermico all’interno dei tessuti.

Le conseguenze del calore endogeno (calore che si sviluppa all’interno dell’organismo) prodotto dalla radiofrequenza sono:

  • Denaturazione delle fibre di collagene: questa molecola diventa più forte e spessa, con conseguente aumento della consistenza del derma ottenendo un effetto lifting;
  • Iperemia: (aumento della quantità di sangue in un distretto) stimolazione del micro-circolo con maggior apporto di ossigeno e sostanze nutritive nei tessuti con conseguente aumento del metabolismo cellulare;
  • Produzione di Neo-collagene: grazie a l’aumento di temperatura avviene una stimolazione della sintesi proteica (acido jaluronico, collagene ed elastina), che a distanza di 90/100 giorni porterà ad un aumento della compattezza e della tonicità cutanea, grazie alla formazione di nuovo collagene;
  • (Su acne in fase attiva) Effetto regolarizzante del sebo.

Portando la temperatura del derma a circa 40/42 gradi, con la radiofrequenza si va a stimolare la produzione di neo collagene da parte dei fibroblasti, le cellule del derma che fin dalla nascita  producono collagene ed elastina ma che dopo i 25 anni di età gradualmente iniziano a produrne sempre meno provocando il rilassamento cutaneo.

Possiamo affermare quindi che la radiofrequenza ha un effetto liftante immediato visibile fin dalla prima seduta ed un effetto duraturo nel tempo di maggior consistenza del tessuto cutaneo: Solitamente una maggiore tonicità ed elasticità è visibile dopo i 90 giorni dall’inizio del trattamento.

Radiofrequenza: a cosa serve?

Il trattamento di radiofrequenza serve per contrastare il fastidioso e antiestetico inestetismo del rilassamento tessutale di viso e corpo, ma anche per contrastare l’inestetismo della cellulite e dell’acne.

La radiofrequenza va a rimodellare la parte trattata e a contrastare la cellulite presente, garantendo alla pelle più tono ed elasticità, migliorando la circolazione cutanea e dando una spinta al tessuto linfatico, favorendone l’eliminazione delle tossine.

Radiofrequenza: ogni quanto va eseguito il trattamento?

Il trattamento viene eseguito inizialmente una volta a settimana, mentre con il passare delle sedute ogni 10-15 giorni.

Ha una durata che va dai 30 ai 60 minuti a seconda della zona da trattare. E’ del tutto rilassante, sembra quasi un massaggio caldo che viene eseguito con un manipolo e dei movimenti lenti.

Un ciclo di radiofrequenza e composto da un minimo di 10 sedute. Poi a seconda dell’inestetismo, dell’età e del risultato che si vuole ottenere il numero delle sedute varia.

Per contrastare l’acne il trattamento deve essere eseguito una volta a settimana per un numero di trattamenti che viene deciso insieme all’operatrice in base alla gravità dell’inestetismo e alla risposta dell’organismo al trattamento.

Inizialmente si vedrà un peggioramento del produzione di pustole ma che gradualmente diminuirà e alla fine del ciclo stabilito di radiofrequenze si avrà quasi la completa assenza delle pustole ed una grana della pelle migliorata del 80 percento.

Radiofrequenza: a chi è consigliato?

La radiofrequenza è il trattamento giusto per chi ha superato i 25 anni di età e vuole contrastare la perdita di tonicità cutanea dovuta ad un forte dimagrimento o all’invecchiamento; ma non solo, anche per tutte le donne che presentano e voglio attenuare l’inestetismo della cellulite.

Per tutte le ragazze o ragazzi invece la radiofrequenza può essere un valido trattamento per attenuare notevolmente le fastidiosissime pustole provocate dall’acne attiva.

Radiofrequenza: quali parti del corpo trattare?

Con la radiofrequenza possiamo trattare tutte le zone in cui si presenza l’inestetismo: Solitamente le zone principalmente trattate sono:

  • Pancia;
  • Glutei;
  • Interno coscia;
  • Gambe;
  • Fianchi;
  • Braccia;
  • Viso.

Controindicazioni radiofrequenza: quali sono?

Non ci sono particolari controindicazioni per la radiofrequenza. Tuttavia, non possono sottoporsi al trattamento le persone che si trovano in particolari condizioni, come:

  • Gravidanza ed Allatamento;
  • Neoplasie in atto;
  • Patologie autoimmuni;
  • Tumori (devono passare almeno 5 anni dalla guarigione completa e serve comunque un parere medico prima di sottoporsi al trattamento);
  • Portatori di pacemaker.

Radiofrequenza, dove rivolgersi e prezzi

Se dovete sottoporvi ad un trattamento di radiofrequenza, oppure per richiedere delle semplici informazioni, vi consiglio di rivolgervi in un buon centro di estetica specialistica, con personale preparato e professionale.

Personalmente vi consiglio i centri di estetica specialistica Nova, all’interno trovi personale qualificato, preparato ed in continuo aggiornamento, specializzato sui trattamenti di estetica avanzata per contrastare gli inestetismi del corpo e del viso. Attualmente presenti in Piemonte ma che presto troverete anche in altre parti di Italia. Trovate tutte le informazioni di cui avete bisogno nel loro sito ufficiale.

Per la zona di Roma, invece, consiglio lo studio di un medico estetico molto preparato, la Dottoressa Raffaella Cassilli, che potrete contattare direttamente dal suo sito web.

Ma quanto costa un trattamento di radiofrequenza? I prezzi variano a seconda della zona da trattare, indicativamente vanno dai 90 ai 120 euro a seduta.

Il risultato dura nel tempo?

Assolutamente si, c’è però da sottolineare che l’invecchiamento cutaneo va avanti con il tempo ed è quindi opportuno  e consigliabile fare un mantenimento anche di una seduta a stagione per continuare a ricordare alle nostre cellule di non smettere di produrre collagene.

Sopratutto ricordate che la cura di sé stesse non dura 10 trattamenti ma tutta la vita; per questo e bene fare sempre qualcosa per prenderci cura di noi e della nostra pelle.

 

 

 

 

 

 

Lascia un Commento