Medicina Estetica

Macchie sul viso: cause, prevenzione e rimedi naturali

Valentina
Scritto da Valentina
Come risolvere il fastidioso problema delle macchie sul viso? Per prima cosa bisogna conoscerne le cause; solo allora possiamo trovare un modo per prevenirle e curarle.

Le macchie sul viso sono un fastidioso inestetismo che colpisce moltissime donne e uomini, e spesso è difficile da contrastare e rimuovere. Eliminare le macchie sul viso è veramente complicato ma per prima cosa voglio parlare di come prevenire la loro comparsa e del perché si formano le fastidiose macchie scure.

Ma quali sono le principali cause della comparsa delle macchie sul viso e soprattutto in che modo possiamo andare a rimuoverle e ad attenuarle? Qui scopriremo quali sono gli errori da non commettere e i rimedi naturali – ma non solo – per contrastare le macchie sul viso.

Perché si creano le macchie sul viso?

Le macchie sul viso sono un problema che colpisce sempre più donne. La loro formazione è dovuta ad un’alterazione dei melanociti, le cellule addette alla produzione di melanina situate nella parte inferiore dell’epidermide appena sopra il derma.

La formazione delle macchie avviene nel momento in cui l’alterazione del melanociti provoca una produzione non uniforme della melanina. La loro alterazione può essere provocata da:

  • invecchiamento cutaneo;
  • radiazioni solari;
  • fumo;
  • ustioni; eritemi solari;
  • medicinali fotosensibili (come l’antibiotico).

Esistono diversi tipi di macchie scure che cambiano a seconda della dimensione e della causa della loro comparsa.

Macchie sul viso: quali sono le cause

Parliamo di ipocromia per le macchie chiare e di ipercromia per le macchie scure e le cause della loro comparsa possono essere delle più disparate. Vediamo quali sono l varie cause che possono portare alla comparsa di macchie ipocromatiche o ipercromatiche.

  • Sole: può portare ad una pigmentazione anomala o disomogenea per soggetti predisposti al cloasma  (pigmentazione irregolare, asimmetrica e circoscritta dovuta ad un eccesso di melanina sull’epidermide o nel derma se più profonda).
  • Ustioni solari: le ustioni indotte dal sole ripetutamente portano alla formazione di discromie cutanee che prendono il nome di lentigo attiniche.
  • Reazioni infiammatorie intense: le forti infiammazioni possono portare come reazione a pigmentazioni post-infiammatorie.
  •  Gravidanza: Le macchie che si presentano sul viso durante la gravidanza  prendono il nome di cloasma gravidico. Spesso è una predisposizione genetica, che vede come ‘favorite’ le donne con carnagione più scura, ma svolgono un ruolo molto importante anche le modificazioni ormonali della gravidanza per cui a un certo punto – per non motivi non ancora ben chiari – le cellule melanocitarie ‘impazziscono’ e cominciano a produrre più melanina in alcune zone specifiche del viso.
  • Farmaci fotosensibili: esistono dei farmaci come la maggior parte degli antibiotici che hanno una reazione cutanea, durante la loro assunzione, se ci si espone al sole.
  • Ceretta: .on tutti sanno che se ci si espone al sole subito dopo aver effettuato la ceretta sul viso si rischia di macchiare la pelle, in quanto la cera porta via il primo strato cutaneo. Esponendosi subito dopo al sole senza una protezione totale si rischia la classica macchia estesa sulla parte soprastante al labbro superiore.

 

Prevenzione delle macchie sul viso

Per prima cosa è importante ricordarsi di mettere una protezione alta (consiglio una protezione 50) su tutto il viso ogni mattina prima di uscire di casa perché anche quando non ce ne rendiamo conto i raggi solari passano e possono danneggiare la nostra cute.

Bisogna leggere il bugiardino dei medicinali che assumiamo per sapere se sono fotosensibili; in questo caso evitare di esporsi al sole e mettere sempre una protezione alta sono due buone soluzioni per proteggersi dal rischio di eventuali macchie .

Fare dei peeling a base di acido mandelico ogni tanto nel periodo invernale aiuta a rimuovere le cellule morte e ricompattare il colorito della nostra pelle per evitare eventuali accumuli in superficie di melanina e per andare a rendere più omogenea la nostra pelle dopo il periodo  estivo.

 

Macchie sul viso: i rimedi migliori

Per andare ad attenuare macchie cutanee già presenti per prima cosa vi consiglio di fare dei peeling a base di acido salicilico e acido lattico non appena vedete l’inizio della formazione di discromie (macchie) sulla vostra pelle.

In questo modo andiamo subito a contrastare la loro formazione riducendole notevolmente ed evitando che peggiorino. Se invece la macchia è già ben formata e scura si possono effettuare delle sedute con un acido TCA (tricloroacetico) che va a rimuovere la macchia se non troppo profonda. Consiglio di effettuare questi trattamenti da un bravo medico estetico.

Non appena vedete la comparsa di discromie cutanee potete iniziare ad usare dei prodotti dipigmetati  (creme , sieri, lozioni o gel). La maggior parte di questi prodotti contiene come principio attivo acido cogico acido fitico in grado di sbiancare e ridurre l’accumulo di melanina.

Per vedere un minimo di effetto bisogna utilizzare con costanza questo tipo di prodotti per almeno 30 giorni di seguito.

Nel caso di presenza di macchie molto scure e profonde si può ricorrere al trattamento di rimozione attraverso il laser medico, macchinario medico che ha la capacità di rimuovere del tutto in una o più sedute le discromie cutanee.

Bisogna specificare che non tutte le macchie possono essere rimosse; il medico in base alla profondità ed al tipo di macchia vi saprà dire se può essere eliminata o meno. Ricordatevi però che anche dopo la rimozione delle macchie se non si usa quotidianamente una protezione solare molto alta si rischia nuovamente la loro formazione.

 

Lascia un Commento