Pelle

Cellulite in gravidanza: dieta e rimedi naturali per prevenirla

Valentina
Scritto da Valentina
Cellulite in gravidanza: come risolverla? Consigli utili per curare la “buccia d’arancia” con semplicità e senza l’uso di trattamenti invasivi. 

La cellulite è sicuramente la nemica numero uno di noi donne, anche nel momento più bello ed importante della nostra vita come la gravidanza.

Durante la gravidanza la cellulite può peggiorare a causa del peso che aumenta durante i nove mesi andando a compromettere il ritorno venoso e linfatico. L’aumento del peso così provoca ristagni di liquidi che si concentrano sopratutto a livello delle cosce e delle caviglie.

I cambiamenti ormonali, l’aumento della massa adiposa e della ritenzione idrica, inoltre, incidono su un eventuale peggioramento della visibilità della nostra tanto odiata cellulite in gravidanza.

Tra i principali fattori che incidono sul peggioramento dell’inestetismo ricoprono un ruolo importantissimo gli ormoni. Il principale colpevole è il beta-estradiolo (ormone regolatore del ciclo ovulatorio della donna che aumenta durante la gravidanza) che contribuisce ad un aumento della ritenzione idrica e del fisiologico deposito delle cellule adipose sulle cosce,fianchi e glutei.

Cos’è la cellulite?

La cellulite è un inestetismo che colpisce lo strato più profondo della pelle: l’ipoderma.

Questo inestetismo è causato da un malfunzionamento della microcircolazione del tessuto adiposo con conseguente alterazione delle sue più importanti funzioni metaboliche.

La degenerazione del inestetismo porta un aumento delle cellule adipose e della ritenzione idrica provocando in cosiddetto effetto “buccia d’arancia“.

Cellulite in gravidanza: i rimedi

Durante la gravidanza non potendosi sottoporre a trattamenti estetici specifici per contrastare e prevenire un peggioramento della cellulite, si possono avere degli accorgimenti utili e naturali. Ad esempio:

  • bere molta acqua, lontano dai pasti, fa bene perché elimina le scorie attraverso le urine e migliora l’idratazione della pelle;
  • 30 minuti di camminata veloce ogni giorno;
  • ridurre l’uso del sale nei pasti (il sale favorisce l’aumento della ritenzione idrica);
  • bere tisane a base di finocchio e frutti rossi;
  • mettere spesso le gambe sotto getti d’ acqua fredda per favorire la circolazione;
  • limitare l’aumento di peso cercando di non superare i Kg consigliati dal proprio ginecologo.

Superato il terzo mese di gravidanza consiglio un ciclo di linfodrenaggio Vodder effettuato da professioniste una volta a settimana fino al nono mese per aiutare a stimolare la circolazione linfatica e drenare l’eccesso di ristagno di liquidi negli interstizi cellulari.

Cellulite in gravidanza: i cosmetici utili

In gravidanza è consigliabile semplicemente utilizzare tutti i giorni più volte al giorno Rilastil crema e Bio Oil per mantenere la pelle idratata ed elastica ai fine di prevenire la formazione di smagliature.

Altri prodotti sono sconsigliati onde evitare allergie o fastidi per la gravidanza per via di alcuni principi attivi contenuti nelle creme anti-cellulite.

Dopo il parto e concluso l’allattamento si possono usare prodotti di Alga Guam o Somatoline per contrastare gli inestetismi della cellulite quotidianamente.

Cellulite in gravidanza: cosa evitare?

Ci sono anche dei piccoli accorgimenti da prendere in gravidanza per evitare la comparsa della cellulite. Ecco tre semplici consigli che potrebbero esservi d’aiuto:

  • evitate di indossare leggins e pataloni eccessivamente stretti che vanno a compromettere il passaggio linfatico e venoso favorendo il gonfiore degli arti inferiori;
  • diminuite i cibi molto grassi e ricchi di sale;
  • non indossate scarpe molto alte per l’intera giornata.

Cosa fare dopo la gravidanza per ridurre la cellulite?

Una volta partorito, e concluso il periodo dell’allattamento, di fronte a voi si aprono delle nuove soluzioni per risolvere il fastidioso problema della cellulite.

Dopo la fine dell’allattamento si può contrastare l’inestetismo della cellulite e migliorare la situazione con dei trattamenti di Onde Acustiche; queste vanno a rigenerare il tessuto e riducono notevolmente la visibilità della cellulite, andando a migliorare anche la tonicità cutanea.

Con risultati visibili fin dalle prime sedute.

Lascia un Commento